Approfondimenti

- Lettura del mese -

Praticare la meditazione è semplice: sedersi in silenzio, camminare, sdraiarsi, stare in piedi, dedicarsi ai gesti quotidiani. Con la mente raccolta, tutt'uno con quello che il corpo sta facendo o con il suo riposo, con il respiro, con il passo, con i colpi di martello per spaccare la pietra. I nostri gesti, le nostre posture sono tutte forme per imparare ad abbandonarsi, non a una deriva, ma una consapevole fiducia nelle vie sottili, nel non afferrare, nel non respingere. E la mente-cuore si apre.


(tratto da Questo immenso non sapere di Chandra Livia Candiani)


Testi di Normodinamica

  • Menghi P., 1997, "Zone di silenzio", Edizioni Mandala Scuola di Normodinamica, Roma
  • Menghi P., 2001, "Il filo del Sè", Edizioni Mandala Scuola di Normodinamica, Roma
  • Menghi P., 2009, "Trasformare la mente. Seminari di normodinamica", Ubaldini Editore, Roma
  • Menghi P., 2014, "Figli dell'Istante. Hamsavada Samaya: la via del Mandala", Normodinamica Edizioni, Roma



Articoli di Normodinamica